Torta salata con pomodori e pesto

ImageEccomi tornata dietro i fornelli. La casetta nuova finalmente ha l’aria di essere una casa vera e non l’appartamento di qualcun’altro. Non è ancora finita al 100%, mancano un po’ di quadri e cose del genere, ma per il resto è perfetta.

La cucina, poi, mi piace ancora di più del resto della casa. Ho un bel frigo grande, un forno a ventilazione che va a meraviglia e tantissimo spazio per piatti, bicchiere, pentole e cianfrusaglie varie. La cucina adatta a me. Così ho potuto trovare una casa per la macchina del pane, per quella del gelato e per la slow cooker. E ho ancora spazio da vendere per quelle che comprerò in futuro 🙂

Questa torta salata è la prima cosa che ho cucinato nel nuovo forno e devo dire che abituata a quelle baracche che ho avuto in passato è stata tutta un’altra cosa. Non ho dovuto girare la teglia a metà cottura e non l’ho dovuta lasciare dentro di più: il 25 minuti la torta salata era pronta e, miracolo dei miracoli, era cotta in maniera uniforme, dorata da tutte le parti. Roba che con i miei vecchi forni non avevo mai visto.

Il ripieno è una cosa semplice, ma da leccarsi i baffi, soprattutto adesso che finalmente i pomodori sanno di qualcosa.

Ho usato il pesto dell’Esselunga, che secondo me è di gran lunga il migliore tra quelli pronti, ma se avete voglia di farlo fatto in casa verrà ancora meglio!

1 rotolo di pasta sfoglia pronta

1 grappolo di pomodorini, tagliati a metà

2 ricottine

3 cucchiai di pesto

3 cucchiai di parmigiano

Sale e pepe

2 uova

Scaldate il forno a 180°.

In una ciotola mescolate la ricotta con le uova, salate, pepate e poi aggiungete il pesto. Mescolate bene.

Stendete la pasta in una teglia ricoperta di carta forno (io ne ho usata una quadrata perchè avevo solo quella) e versate dentro il composto di ricotta. Appoggiate i pomodorini sulla ricotta, con la parte tagliata verso l’alto. Aggiustate di sale e pepe.

Cuocete la torta nel forno ben caldo per 25 minuti. Buona anche fredda.